Spiedo a Serle

{ dove la tradizione si incontra con il De.Co. }

Lo spiedo di Serle tra tradizioni e ospitalità

Serle è, assieme a Gussago, il comune che ha ottenuto la certificazione De.Co. per il proprio spiedo e quasi tutte le attività ristorative del paese godono di questa attestazione.

[A tal proposito, rimandiamo alla pagina Dove mangiare lo Spiedo Bresciano]

La ricetta dello spiedo di Serle tradizionalmente tramandata di generazione in generazione coincide in tutto e per tutto con quella del disciplinare De.Co.

Va riconosciuta però la peculiarità per cui, in questa zona, alcune usanze sono poco diffuse ad esempio l’utilizzo del lardo come unguento (si usa burro nostrano) o della carne di anatra che, se in alcune zone è molto usata, a Serle il suo utilizzo viene spesso soprasseduto.

Questa declinazione della ricetta di spiedo bresciano deriva probabilmente dal fatto che anticamente il lardo e la carne d’anatra erano troppo pregiati per essere impiegati.

Per questo motivo, ovvero che la tradizione dello spiedo serlese coincide con il disciplinare DeCo, si può dire che quando si mangia lo spiedo in case private è solitamente molto buono e cucinato con le stesse accortezze che si utilizzano nei ristoranti.

Per chi frequenta il luogo, infatti, sarà facile riscontrare che anche le nuove tecnologie come gli spiedi a resistenza elettrica sono considerate limitanti e si preferisce di gran lunga ricorrere alla cottura a brace, sfruttando tutta la conoscenza dei legni aromatici per aiutarsi a dare allo spiedo il sapore preferito.

Lo spiedo con uccellini

Un’altra tradizione che crea un connubio indissolubile con lo spiedo di Brescia, e che a Serle viene mantenuta ancora viva, è quella della caccia che, ben prima delle cave di marmo, della ristorazione e dei lavori tradizionali, per secoli ha permesso alla popolazione del luogo di sopravvivere.

Anche sullo spiedo a Serle, fino a pochi anni fa, momento in cui sono stati vietati, venivano utilizzati uccelli di cacciagione. La presenza degli uccelli sullo spiedo, solitamente merli o tordi, era in grado di conferire allo spiedo un sapore più intenso caratterizzato da un aroma amarognolo e “di selvatico”.

Prelibatezza dei tempi passati, gli uccelli sullo spiedo di Serle sono ormai appannaggio solamente di chi cucina lo spiedo per ricorrenze private in quanto, per motivi sanitari, sono stati duramente vietati e di conseguenza nessun ristoratore li utilizza più.

Occasioni per mangiare lo spiedo bresciano a Serle

Molto importanti da ricordare sono tutte le manifestazioni che si svolgono sul territorio che permettono a turisti, e non solo, di poter gustare lo spiedo di Serle cucinato in tutta la sua prelibatezza unendo la passione per la tavola con la convivialità ed il folklore popolare.

Oltre alle manifestazioni popolari a Serle in cui la cucina offre anche la specialità dello spiedo bresciano, va ricordata la manifestazione eno-gastronomica “Profumo di Spiedo” che, con cadenza annuale, viene organizzata dalla Pro Loco di Serle e prevede una serie di serate dove, presso i ristoranti e gli agriturismi aderenti, è possibile godere di una cena a base di Spiedo Bresciano DeCo di Serle con un menu dedicato proposto a prezzo promozionale